Ti trovi in:

Tributi, canoni e tariffe » Cosap

Cosap

di Mercoledì, 18 Dicembre 2013
Immagine decorativa

Canone dovuto per le occupazioni permanenti e temporanee su suolo demaniale o patrimonio indisponibile del Comune. Si tratta del canone che si deve pagare per le occupazioni permanenti e temporanee che possono riguardare le strade e le aree, comprese le aree a verde, i relativi spazi soprastanti e sottostanti, nonchè le aree destinate ai mercati anche attrezzati, nonché le occupazioni di aree private sulle quali vi sia la servitù di pubblico passaggio; effettuate con manufatti di qualunque genere, compresi i cavi, le condutture e gli impianti. Qualsiasi occupazione di questi spazi ed aree deve essere preventivamente autorizzata dal Comune. Le occupazioni di suolo pubblico sono permanenti o temporanee. Sono permanenti le occupazioni di carattere stabile la cui durata vada da uno a ventinove anni. Sono temporanee le occupazioni inferiori all’anno. Le occupazioni effettuate per attività edilizia, indipendentemente dalla durata, sono sempre considerate temporanee. Si considerano abusive le occupazioni effettuate senza la concessione o quando sia scaduta e non rinnovata o non prorogata, o revocata. Si considerano abusive anche le occupazioni esercitate in contrasto con le modalità o gli obblighi previsti nella concessione.

Qualsiasi occupazione di aree e spazi è assoggettata ad apposita preventiva concessione comunale rilascia dagli uffici comunali,  su domanda presentata dall’interessato in carta resa legale.

Le tariffe vengono determinate sulla base di questi elementi: a. classificazione delle strade; b. entità dell'occupazione espressa in metri quadrati o in metri lineari; c. durata dell'occupazione; d. valore economico della disponibilità dell’area e del sacrificio imposto alla collettività per la sottrazione del suolo pubblico con previsione di coefficienti moltiplicatori per specifiche attività esercitate anche in relazione alle modalità di occupazione.

Modulo per la richiesta di concessione per l'occupazione di suolo pubblico, con cantieri, scavi o tubazioni e manufatti interrati in sede stradale, etc.