Ti trovi in:

Tributi, canoni e tariffe » Tares e Tariffa sui rifiuti

Tares e Tariffa sui rifiuti

di Mercoledì, 13 Novembre 2013 - Ultima modifica: Venerdì, 20 Dicembre 2013
Immagine decorativa

Con l’entrata in vigore del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201 “Misure urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici”  è stato ridefinito l’assetto del sistema fiscale comunale relativo alla gestione dei rifiuti urbani, mediante l’istituzione del Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (T.A.R.E.S.). 

La T.A.R.E.S, cui viene attribuita natura tributaria, si articola in due componenti: una relativa ai rifiuti e una destinata alla copertura dei costi per l’erogazione dei servizi indivisibili.

L’art. 14, comma 29, del D.L. 201/2011 ammette tuttavia la possibilità per i Comuni che hanno realizzato sistemi di misurazione puntuale, di prevedere con regolamento, l’adozione, in luogo del tributo sui rifiuti, di una tariffa avente natura di corrispettivo, limitando l’applicazione del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi alla componente diretta alla copertura dei costi relativi ai servizi indivisibili.

Il comune di Sant'Orsola Terme utilizza già un sistema tariffario basato sulla misurazione puntuale della quantità di rifiuti conferiti al servizio pubblico, e quindi si è limitato ad introdurre la componente diretta alla copertura dei costi relativi a servizi indivisibili.

La società AMNU S.p.A., società a capitale interamente pubblico, della quale il Comune di Sant’Orsola Terme è socio, è affidataria “in house” del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani ed assimilati e di quello di applicazione e riscossione della tariffa.

COME FUNZIONA:

La Tariffa di Igiene Ambientale (TIA), applicata da AMNU in tutto il bacino servito, è suddivisa in tre distinte quote:

  • quota fissa, uguale per tutti i comuni serviti da AMNU
  • quota spazzamento, diversa per ogni singolo Comune
  • quota variabile (a svuotamento), uguale per tutti le utenze servite da AMNU

UTENZE DOMESTICHE:

Per le utenze di residenza, la quota fissa e la quota spazzamento sono calcolate esclusivamente in base al numero di componenti del nucleo familiare. La quota spazzamento è diversa in ogni Comune servito, poiché riflette i costi di spazzamento che il Comune stesso sostiene per tale servizio.
Per le utenze intestate a persone non residenti o per abitazioni tenute a disposizione, è stata istituita una apposita categoria tariffaria.

La quota variabile è calcolata utilizzando la tariffa al litro, pari ad € 0,079, moltiplicata per la volumetria del dispositvo (cassonetto o chiave elettronica) in dotazione. In questo modo si ottiene la tariffa per un singolo svuotamento, che dovrà poi essere applicata a tutti gli svuotamenti eseguiti nel corso dell'anno.
ATTENZIONE: i regolamenti comunali prevedono comunque l'addebito di un minimo di litri, pari a 120 litri per ogni componente del nucleo familiare.

UTENZE SPECIALI (NON DOMESTICHE):

La quota fissa e la quota spazzamento sono calcolate in base alla superficie dei locali occupati. La quota spazzamento è diversa per ogni Comune servito, poiché riflette i costi di spazzamento che il Comune sostiene per tale servizio. La quota variabile è calcolata utilizzando la tariffa al litro, pari ad € 0,079, moltiplicata per la volumetria del dispositivo (cassonetto o chiave elettronica) in dotazione. In questo modo si ottiene la tariffa per un singolo svuotamento, che dovrà poi essere applicata a tutti gli svuotamenti eseguiti nel corso dell'anno.
ATTENZIONE: i regolamenti comunali prevedono comunque l'addebito di un minimo di litri, pari a 12 svuotamenti annui del dispositivo (cassonetto o chiave elettronica) in dotazione.

Per ulteriori informazioni clicca qui. (apre il link in una nuova finestra)

La modulistica relativa alla TIA la trovi qui (riquadro in alto a destra). (apre il link in una nuova finestra)

Approvazione tariffe relativa al servizio di gestione dei rifiuti per l’anno 2015

Rideterminazione della quota fissa e della quota variabile della tariffa relativa al servizio di gestione dei rifiuti per l’anno 2014.

Approvate con delibera della giunta comunale n. 26 del 22 aprile 2014.

Approvate con delibera della Giunta comunale n. 25 di data 20.03.2013.

Con delibera del consiglio comunale n. 3 di data 11.03.2013 si è statbilito di confermare in 0,30 euro per metro quadrato il tributo a copertura dei costi per i servizi indivisibili del Comune come previsto dall’art. 14, comma 13, del D.L. 201/2011.

Approvata con delibera del Consiglio comunale n. 30 di data 28.11.2013.

Immagine decorativa

In questa sezione trovi i regolamenti relativi a tariffa rifiuti, TARES e igiene ambientale.