Aliquote e detrazioni

di Martedì, 17 Dicembre 2013 - Ultima modifica: Venerdì, 06 Giugno 2014
Immagine decorativa

Si riportano le aliquote e le detrazioni applicabili agli immobili e terreni siti nel Comune di Sant'Orsola Terme.

Aliquote 2013

Con deliberazione del Consiglio comunale n. 1 di data 11.03.2013 sono state approvate le seguenti aliquote IMUP per l’anno 2013, come sotto riportate:

A)  ABITAZIONE PRINCIPALE            4,00 ‰

1° pertinenza cat. C/2

1° pertinenza cat. C/6

1° pertinenza cat. C/7

(detrazione Euro 200,00 oltre eventuale detrazione di Euro 50,00 per ogni figlio minore di 26 anni residente e dimorante abitualmente nell’abitazione principale del contribuente fino ad un massimo di Euro 400,00)

B)  ALTRI FABBRICATI                      8,00‰

C)  AREE FABBRICABILI                   8,00 ‰

In merito si precisa quanto segue:

Abitazione principale:

Possono essere adibite ad abitazione principale le unità immobiliari appartenenti alla categoria catastale A (escluso A10). Deve trattarsi di un’unica unità immobiliare (non è ammesso infatti che costituiscano abitazione principale 2 unità immobiliari contigue) nella quale il soggetto passivo (proprietario, usufruttuario etc.) ha la residenza anagrafica e la dimora abituale.

La detrazione per abitazione principale di Euro 200,00 per unità immobiliare deve essere suddivisa tra i soggetti passivi utilizzatori in proporzione alla quota per la quale la destinazione si verifica (non in base alla quota di possesso).

La ulteriore detrazione per i figli a carico pari a Euro 50,00 (fino ad un massimo di Euro 400,00) è relativa a figli di età non superiore a 26 anni, dimoranti e abitualmente residenti anagraficamente (quindi risultanti nella scheda di famiglia), indipendentemente dal reddito (non rileva il fatto che il figlio sia o meno fiscalmente a carico del genitore).

In regime IMUP è previsto il riconoscimento, di n. 3 pertinenze dell’abitazione principale, con un massimo di una per ciascuna delle seguenti categoria C/2, C/6, C/7.

Ai sensi dell’art. 6 del Regolamento comunale IMUP, approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 28 del 27.09.2012, si considera abitazione principale l’unità immobiliare posseduta

- a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituto di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente a condizione che la stessa non risulti locata;

- dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato a titolo di proprietà o usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata.

Le agevolazioni di cui sopra sono richieste dal beneficiario, a pena di decadenza, entro il termine di presentazione della dichiarazione dell’imposta municipale propria relativa all’anno interessato.

Non è più prevista invece l’assimilazione all’abitazione principale per gli immobili concessi in uso gratuito a parenti entro il 1° grado Tali unità immobiliari sono quindi assoggettate all’imposta con applicazione dell’aliquota del 8,00 ‰.

Per le unità immobiliari assegnate a seguito di separazione legale, è assoggettato ad imposta il solo coniuge assegnatario. L’assegnazione della casa coniugale è considerata ai fini IMUP come attribuzione di un diritto di abitazione (casistica da segnalare da parte del contribuente all’Ufficio Tributi al fine del calcolo)

Aree fabbricabili

Fermo restando che il valore delle aree fabbricabili è quello venale in comune commercio al primo gennaio dell’anno di imposizione, come stabilito nel comma 5 dell’art. 5 del D. Lgs. 504/92, nell’intento di ridurre l’insorgenza di contenzioso il Consiglio Comunale ha fissato, con delibera n. 6 del 29.03.2012, i valori da utilizzare ai fini del potere di accertamento.

Approvate con delibera del Consiglio comunale n. 1 di data 11.03.2013

Approvato con delibera n. 6 del Consiglio comunale di data 29.03.2013.

Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam